martedì 11 maggio 2010

Nuovo Broken Social Scene. Fare download


Quarto disco per una delle colonne portanti della musica canadese, nonché per tutto l’indie degli anni Zero. Broken Social Scene si fanno attendere da circa cinque anni e te credo perché l’impegno per questo padellone di Forgiveness Rock Records è proprio tanto. Un lasso temporale utile per assorbire il suono di questi ultimi anni e per generare un’opera che è come un pensiero sintetico a posteriori. Non nel senso che arrivano in ritardo, maledetti indie snobs!, ma per come riescono a fondere tutti i riverberi di questo tempo, dal rock difficile di Animal Collective e compari e di quello più accessibile dei vari, pesco dal mazzo, Los Campesinos o Clap Your Hands Say Yeah e compari.
Un disco che, se fosse stato un capolavoro, avrebbe avuto le chiavi per chiudere un’epoca. Capolavoro purtroppo non lo è ed è un peccato perché alcuni numeri li avrebbe, se non altro per generosità, ricchezza, ricercatezza.
Da segnalare la virata motorpsichedelica, evidente in pezzi come Forced to Love (ma che è, Blissard?), e che aleggia su buona parte dell’album (la strumentale Meet me in the Basement). Da segnalare anche brani come Art house Director, buono per gli aperitivi estivi ormai prossimi, l'altro singolo All to All, o Sentimental X’s che sembra un po’ come uno Short Stories coi primi Stereolab e Texico Bitches che non è altro che una versione più matura dei sopra citati Clap Your Hands e/o Architecture in Helsinki e/o quelle cose là.
Guardate pure come suonano bene dal vivo. Ciao.

rico

4 commenti:

  1. BELLA ROBBA RICO!!!

    RispondiElimina
  2. Bella caggiù! Però ti devi fare la tessera Odelay per essere un vero odeliano!!! :P

    r

    RispondiElimina
  3. aò ma trovo solo tre canzoni :(
    dov'è il torrent?

    migly

    RispondiElimina
  4. il torrent è a casa di Peppino

    r

    RispondiElimina