martedì 28 aprile 2009

La cultura alternativa è di destra. Solo a Galatone...

Tempo fa un articolo di Gavin McInnes di Vice Magazine tuonava con un titolo che per gli stupidi hipster allineati suonava blasfemo: "Hip to be square", che si può tradurre con "essere di destra è hip". Se Vice è l'avanguardia del pensiero underground del Duemila allora siamo fieri di insignire Galatone - comune del leccese noto per il suo irresistibile fermento culturale - come nuova capitale dell'underground. Sto delirando? Guardate qui e sciacquatevi occhi e orecchie. Tutte le vostre pretese cadranno, stupidi indie rockers. La vera cultura alternativa nasce a destra, con un repertorio di 3000 canzoni. Capito bene? 3000! Pensate ancora che stia delirando? Aha, poveri coglioni. Perchè, pensate sul serio che il rock o il punk, il prog, il glam vengano dal comunismo, dall'anarchia, o magari dalla democrazia cristiana? Siete fuori binario, plagiati per anni dalle riviste e dalle fanzine stronze culattone. E' un po' come credere all'Olocausto. Aha. Joe Strummer era solo uno strimpellatore ciarlatano e populista. Lindo Ferretti? Un fanatico, una mezza sega. Gli Area? Sfigati. I Sex Pistols? Mostravano la svastica, in realtà erano nazi, anche se con le idee un po' confuse. E' il tempo che la destra si riprenda il suo. C'è in giro un nuovo vate che sta convincendo tutti con la sua abile oratoria, come una giovane Williamson (il vescovo) della musica alternativa. Ci convince perchè dice la Verità. Si chiama Cristina di Giorgi e sta rivoluzionando l'underground con il suo volume seminale dal titolo scioccante (proprio nel senso letterale: ti fa diventare sciocco, ma dalla vergogna!) "Note alternative". Sbobino qualche riga interessante. "[...] In realtà musica alternativa è un termine che venne adottato negli anni Settanta, quando questo fenomeno di cultura sommersa è nato, è iniziato, per identificare quelle canzoni di [...] contenuto politico che venivano scritte e cantate dai ragazzi rientranti in quello che comunemente viene tuttora definito come ambiente della destra giovanile". Giusto Cristina. Chi ti ha dato la laurea? Gasparri?
Ineccepibile anche la scelta della location per il lancio di quest'opera rivoluzionaria: è la sede di Forza Nuova di Galatone, la Casa Pound locale, una fucina di musica e subculture alternative che sforna il meglio della sperimentazione linguistico-espressiva dei nostri giorni.
Il Comune come al solito non lesina il suo appoggio all'innovazione e ha infatti patrocinato l'evento. L'assessore alla cultura è un controverso musicologo spesso contestato proprio per le sue idee controcorrente. Un fottuto hipster dalla testa ai piedi.
Grazie Cristina, finalmente qualcuno che fa tremare il palco del 1° Maggio. Non ne potevamo più. Ora che ci hai illuminato, con la luce della Fiamma ovviamente,
può partire la cinghiamattanza!



Rico

PS. Per anni Odelay ha cercato di mettere delle radici a Galatone, sede delle prime edizioni del Give Me Indie. Adesso capirete perchè non ci mette più piede.

12 commenti:

  1. ma solo a galatone...

    brà

    RispondiElimina
  2. No, non solo a Galatone: Forza Nuova sta colonizzando tutto il Salento facendo leva sull'ignoranza diffusa.

    Comunque, mi sa tanto che i testarasata c'hanno dei complessi di inferiorità in campo "artistico".
    Sulla questione esiste un illuminante documantario di qualche anno fa intitolato "NaziRock: come sdoganare la svastica e i saluti romani", diretto da C. Lazzaro: se interessa posso passare il dvd (nel caso non l'abbiate già visto)

    RispondiElimina
  3. Non sono certo di Forza Nuova, ma neanche un comunista. E credo che l'arte non dovrebbe mai essere rinchiusa in discorsi di parte, strumentalizzata, tanto peggio se per fini politici.
    Ma non si può certo dire che la sinistra non l'abbia spesso usata con pretese intellettuali. Pseudo-intellettuali.
    Qui lo fanno gli estremisti di destra, e non ci vedo poi tanto di diverso rispetto a quello che fanno dall'altra parte.
    Piuttosto mi sconvolge che una tipa come questa Di Giorgio parli di "cultura alternativa" con tale ignoranza, mettendo accanto parole prive di senso. E mi annichilisce il fatto che nel 2009 il mio paese ragiona come se fossimo nel 1938.
    Ma io sono un vigliacco ed è per questo che non ci vorrei mettere più piede.

    Tone

    RispondiElimina
  4. hey questi a femmine stanno messi peggio...ma se i fricchettoni artistoidi comunisti sono in genere s-figati, questi manco a parlarne (si vede proprio che si menano tra di loro per sfogare istinti repressi), dove cazzo sta la figa??? al centro???

    bisogna votare Casini!


    scusate il maschilismo rozzo, e scusate se ho usato la g anzichè la c.


    togno

    RispondiElimina
  5. Tonio la figa è sempre al centro hihihi

    rico

    RispondiElimina
  6. Berlusconi al 25 aprile, la musica alternativa è di destra, il vescovo che disconosce l'olocausto... non so. Io ed il mio amico immaginario siamo un po' confusi

    RispondiElimina
  7. Una delle cose che più mi deprimenti di questo paese è l'aver svuotato di sostanza parole che un tempo avevano grande valore: dialogo, libertà, alternativo. Il potere usa la tecnica dell'anarchia, del nichilismo per affermare se stesso. Come quel detto "intorbidire le acque per acchiappare i pesci"

    Giorgio

    RispondiElimina
  8. io sono un nasista del sudd ma nn vi diko di ke paese ma non del vostro paese Calatone pero la vicino. secondo me parlate male di queste kose solo perchè non le sapete bene mentre io o studiato e mi sono diventato nasista perchè itler aveva raggione e anche mussolini ma un pò di più itler . a me la musica che mi piace non so se è alternativa come dite voi ma per esempio mi piaciono quelli di amici, laura pausini e anche gli eiffel 65.adesso mi piace anche michel jacson ma prima no perchè era gnuru. quella cosa con le cinghie comunque noi non l'abbiamo mai fatta perchè una volta da noi uno gli a tirato una scoppula ad un altro camerata e subbito dopo è venuto il papà di questo (anche lui fascista) e l'ha squagghiato di mazzate perchè al figlio suo gli era rimasto il segno rosso.
    e comunque siete solo dei comunisti che non scopano mai perchè siete degli sfigatie ce la vete piccolo.
    cmq a questo rico che ha scritto tutte quelle biggie contro noi ragazzi di destra dico di stare attento che forze ho capito chi sei.
    annoi.

    RispondiElimina
  9. Io sono contento che facciano quella danza.. si elimineranno tra di loro a breve: quando passerà di moda la danza della cinghia magari una nuova hit "danza dei coltelli" scalerà le classifiche!
    E' la che noi, con i nostri long drink, li guarderemo spegnersi uno ad uno e pisceremo sui loro cadaveri.

    MarcoRizzo

    RispondiElimina
  10. bella rico!!


    MATanza

    RispondiElimina
  11. Suonate che sarete suonati non fate gli squadristi con la musica perchè essa è universale

    RispondiElimina
  12. La musica è una delle Arti. Alla pari delle altre deve rispettare la sua misura.DIVENTA UNIVERSALE SOLO DOPO QUESTA DIMOSTRAZIONE. Nel tuo caso, caro anonimo, ti aspetta una lunga epifania perchè la musica, prima di essere universale, deve dimostrare di essere Arte. Un pò pochino quello che scrivi non credi?

    La provocazione scritta e non, può essere forma di arte; non è questo il caso.. ma ha funzionato, mi ha fatto risponedere alle 10 del mattino, mentre sono in vacanza davanti ad un paesaggio di nota.. 'alternativa' al mio paese.
    Bel pezzo Rico.

    Millomich

    PS: per Rico, 'e non' si riferisce al fatto che ci sono diversi tipi di provocazioni..ma questo ormai lo sai!!!!

    RispondiElimina